Come diceva mamma? “Metti la crema alle mani prima di dormire!”

Perché non siamo già pronti prima ancora che succeda? Perché ci dimentichiamo di sapere le cose quando ci servirebbe saperle?

Certo, l’esperienza è l’insegnamento più grande e opportuno sul quale poter fare affidamento, ma perché non diamo mai retta ai suggerimenti della mamma?
La nonna, poi, perché non l’ascoltiamo mai?

 

Quante volte le donne della mia vita mi avranno detto che la bellezza di una donna passa dalle sue mani; quante (altrettante) volte avrò sbuffato e preso in giro quel rituale della crema alle mani prima di andare a dormire?

Ricordo, da che ho memoria, la mia mamma che esce dal bagno con della crema sul dorso di una mano. Mi ricordo il profumo di quella crema e il gesto di mia mamma che, semplicemente poggiando il dorso della sua mano sulla mia, me ne passa un po’.
Senza. Dire. Una. parola.

E’ proprio vero che le cose ci vengono insegnate nei modi più disparati, le cose importanti ci vengono mostrate per tempo, i buoni consigli ci vengono suggeriti all’orecchio molte e molte volte cosicché diventano ricordi.

Ma poi che succede?

Succede che solo POI capisci l’importanza di quella buona abitudine.

Qualche anno fa ( più di dieci anni fa!!) ero in vacanza a Praga. Faceva davvero molto freddo e non ero abituata a coprirmi per un clima del genere. Devo dirti la verità, non soffrì in quei giorni, non ho ricordi sul freddo; mi divertii e conobbi la neve per la prima volta!

(Ah, bella me in quegli anni: un sogno dopo l’altro,
un sorriso sempre sul viso!)

E’ solo rivedendo le foto con tutta quella neve che ho notato: me, con addosso a mala pena un cappotto che arrivava alla vita, e le mani nude nella neve!

(Quanto mi sono divertita! Piccola me sprovveduta!)

E’ da allora che, ad ogni repentino cambiamento di temperatura, per non parlare poi del vento freddo d’inverno, le mie mani (e la cute della testa) soffrono. Certo “non è colpa” di quel viaggio e di quei giorni felici! Quelle foto e tutta quella neve mi fanno ogni volta pensare alla mia fretta di voler infilare le mani sotto quei cumuli e la gioia nel fare pupazzi di neve! 

Però…penso anche a tutte le volte prima, gli anni prima, quando agli inviti di mamma a prendermi cura delle mani rispondevo:
“No, mamma, sto bene, non preoccuparti.
Quando ne avrò bisogno, lo faro!”

Le mie mani sono diventate molto secche e si screpolano facilmente.

Le mani sono fra le prime cose che vengono notate, per me poi, che adoro indossare anelli anche grandi, è molto importante trattarle. Ma se l’avessi fatto prima!

Le mie mani sono molto secche: le nocche si seccano e rompono facilmente, tra le dita la secchezza può peggiorare fino a formare, in particolare tra il dito medio e l’anulare, delle ragadi dolorose.

E’ buona abitudine proteggere la pelle delle mani in ogni stagione dell’anno: freddo e sole caldo possono in entrambi i casi danneggiarla.
E’ buona abitudine PENSARCI prima che il problema si presenti! 

L’abitudine diventa nostra solo dopo che ne abbiamo comprovato l’importanza, letteralmente, sulla nostra pelle!

Il danno è fatto? Rimedi?
Ce ne sono, stiamo tranquille.
E sì, sono tutti rimedi che la mia mamma e la nonna già mi dicevano. Li uso tutti! E funzionano!

Crema mani ogni volta che lavo le mani, soprattutto prima di andare a letto;
scrub alle mani una volta alla settimana con olio, zucchero e miele;
maschera notturna con pochi e naturali ingredienti (tengo dei praticissimi guanti di cotone per non imbrattare le lenzuola);
includo, durante i miei allenamenti, piccoli e funzionali movimenti delle dita e dei polsi per fortificarli;
uso esclusivo di sostanze naturali: inutili siliconi non risolvono il problema. Via libera ad oli vegetali e preziosi (oliva, semi di lino, avocado, jojoba, argan).

Buone abitudini a tutti!

Keep calm and write
Marina

Non Dimenticare! Dopo Aver Commentato, Spunta Per La Ricezione Di Una Mail!Potrai Rimanere In Contatto Con Me E Con Chiunque Voglia Risponderti!

Keep calm and write

comments

Author: iovorreiscrivere

Hi!
Nero su bianco. E’ tutto qui.
Ci ho pensato tanto, ho imboccato un sacco di strade. Poi mi sono fatta coraggio e ho aperto il blog.
E’ per te che vuoi condividere.
E’ per te che ti senti inadeguato.
E’ per te che credi di non aver posto.
Insieme potremmo inventarci una strada adatta a noi.
Ti chiedo uno strumento solo: la scrittura.

Keep calm and write
Marina

1 thought on “Come diceva mamma? “Metti la crema alle mani prima di dormire!””

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *