Cromoterapia: se avesse ragione, sarei una donna orribile

Secondo la cromoterapia sono una donna orribile!

Tu conosci tale disciplina?

Sfogliavo una delle mie riviste preferite che, stranamente, questo mese ha riservato un paio di pagine alla moda in onore della nuova primavera che arriva. No, io non “leggo” molto riviste di sola moda: ho virgolettato il verbo leggere, perché, secondo me, non si tratta di leggere: quel tipo di riviste si sfogliano e si osservano, si guardano quelle immagini di modelle in passerella, di sfilate riproposte.

Davvero non capisco come si faccia a sfogliare pagine e pagine di modelle in passerella.

So che sono io a non avere una certa sensibilità, una cioè in grado di immaginare il mio corpo con quei vestiti; non sogno la passerella, non mi è mai capitato di agognare un vestito, di cercarlo in negozio e comprarlo fiera.

Non fa per me.

Comunque, dicevo. Un paio di pagine erano riservato alla moda della prossima primavera.

E i colori che più di altri ho notato sono il giallo e il blu su modelle more.

Dici: cioè? Che stai dicendo, Marina?

Ma il blu, secondo te, sta bene alle more? Io immaginavo il blu sule bionde! Ed invece…leggi e scopri che..

dicedonna.it scrive : Blu navy. Tra i colori classici il blu navy può essere un insospettabile alleato delle castane: al contrario del nero, rende il look sofisticato evitando però la drammaticità dei colori scuri.

Trashic.com scrive: Spesso è sufficiente comprendere il nostro “sottotono” facilmente distinguibile osservando le vene all’interno del polso. Se sono blu, abbiamo un sottotono freddo, se sono verdi, un sottotono caldo. Di conseguenza nel primo caso vestiremo meglio tinte fredde, nella seconda occorrenza sceglieremo le tinte più calde.

E casco dalle nuvole! Ma davvero? Nelle mie vene è già scritto come dovrei vestirmi??


Eppure qualcosa non quadra, non mi quadra. Guarda le immagini. Questa donna, una modella mora, bruna, mediterranea, colore caldo, intenso. E’ incorniciata da questi diversi toni di blu, colore fermo, non profondo, “superficiale”, secondo me. Calmo. Impatta, ma no

pixabay

n si mescolano. Sembra che il blu la soffochi, la riduca, la trattenga. Non so qualcosa mi disturba.

La foto a destra: donna bionda, carnagione chiara e rosa, emana luce fuori, non assorbe luce e quei colori attorno le

pixabay

assecondano questa “uscita” di colore. E’ ovviamente una mia descrizione, un mio sentire i colori. E’ cromoterapia.

Il BLU in cromoterapia è il colore della calma, dello spazio, della purificazione, della sensibilità e della serenità. Dal punto di vista fisiologico, si usa il blu in casi di pressione alta, ritmo respiratorio e battito accelerato.

Il blu quindi calma.

Al blu corrispondono il lato sinistro, il lato femminile, il senso del sentire, richiamala caratteristica della staticità.

Io sono una donna e sono mora. Non mi piace il blu. Mi piace indossarlo in cerimonie o in riunioni, o situazioni di una certa ufficialità. Mi fa sentire in ordine. Ma non mi piace vederlo, né circondarmene.

.

Filosofia dei colori: Il blu corrisponde in modo simbolico alle acque calme e ad un temperamento quieto, alla femminilità. la sua percezione sensoriale è la dolcezza, il suo contenuto affettivo la tenerezza.

 

Capito, sono una donna insensibile ed indelicata 😉

 

E tu?

Che tipo di donna sei? E come ti vesti? Leggi e segui la moda o raccogli ciò che “a naso” ti attrae?

 

Scrivimelo!

 

Keep calm and write

Marina

Non Dimenticare! Dopo Aver Commentato, Spunta Per La Ricezione Di Una Mail!Potrai Rimanere In Contatto Con Me E Con Chiunque Voglia Risponderti!

Keep calm and write

comments

Author: iovorreiscrivere

Hi!
Nero su bianco. E’ tutto qui.
Ci ho pensato tanto, ho imboccato un sacco di strade. Poi mi sono fatta coraggio e ho aperto il blog.
E’ per te che vuoi condividere.
E’ per te che ti senti inadeguato.
E’ per te che credi di non aver posto.
Insieme potremmo inventarci una strada adatta a noi.
Ti chiedo uno strumento solo: la scrittura.

Keep calm and write
Marina

3 thoughts on “Cromoterapia: se avesse ragione, sarei una donna orribile”

  1. Cara Marina,
    Sono castana, ma come sai ho la carnagione chiara e non sono una tipica mediterranea.
    Non piace nemmeno a me il blu. pure io lo vedo adatto a cerimonie ed a situazioni in cui bisogna essere ponderati, non troppo comunicativi e in cui non bisogna esporsi troppo. Femminile? Non mi sembra.
    Invece devo dire che c’è stata un’estate in cui adoravo il celeste, l’azzurro (non pensavo prima di allora ch l’avrei mai indossato). Per me è un colore fresco, istantaneo, leggero, ma non mi trasmette il calore e la calma dei colori caldi.
    Io ho le vene blu ma mi sento bene con i colori caldi: rosso rosa giallo marrone. Sono convinta la scelta del colore alla mattina dipenda anche dal tuo stato d’animo! Quando mi sento un po’ giù il rosso mi da carica. Jl colore beige e il blu non li capisco. Lo stesso per il grigio.
    Brevi riflessioni scritte di getto in treno!
    Un abbraccio

    1. Dolcissima Isotta!
      Grazie del tuo commento “in treno”! Anche io sono convinta che i colori da indossare dipendano unicamente dal nostro sentire giornaliero! Stop a mode e dettami imposti, consigli che paiono scongiuri e pratiche olistiche non ragionate!
      IO prima di tutto IO.
      Un bacione,
      #keepcalmandwrite
      Marina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *