Tutta colpa di quel fottuto fortunato fotone (2a parte)

(…)

La quantità di Gray, cioè di Joule di energia per chilogrammo, a cui era stato esposto nell’ultimo anno di lavoro, gli aveva procurato un rallentamento di alcuni centri periferici neuronali, problemi alla vista di un certo peso ed ispessimento del tessuto osseo della colonna vertebrale, come risposta indotta di protezione del suo corpo.

Continue reading “Tutta colpa di quel fottuto fortunato fotone (2a parte)”

Dall’orto alla tavola: la semina di febbraio

Ed eccoci di nuovo, l’aria di primavera puoi avvertirla se chiudi gli occhi. Piogge e ultime nevicate non devono illuderti, né fermarti! E’ tempo di semina.

Continue reading “Dall’orto alla tavola: la semina di febbraio”

Il piccolo Nelson

Nelson era solo anche quella mattina, scese al piano di sotto e conquistò la cucina: aprì ogni cassetto, tirò fuori posate, padelle e tazze; svuotò la lavastoviglie sporca che la mamma aveva preparato per la sera. Questo l’avrebbe fatta arrabbiare di sicuro

Continue reading “Il piccolo Nelson”

Cavolo viola: quanta dolcezza in un guscio chiuso!

Brassica oleracea. A dispetto della durezza del suo nome scientifico, questo ortaggio nasconde una dolcezza e un colore superbo.

Lo chiamano in diversi modi e può essere consumato in altrettante maniere. Cavolo cappuccio rosso, viola, cavolo crauto, o cavolo blu! Io non lo conoscevo affatto, fino a poco tempo fa. Continue reading “Cavolo viola: quanta dolcezza in un guscio chiuso!”

Conoscerti per evitarti (ultima parte)

Per sopravvivere, aveva cominciato a leggere ciò che scrivevano di lei: si era appuntata ogni caratteristica che tracciavano per distinguerla e poi aveva studiato un modo per sopravvivere più forte. Continue reading “Conoscerti per evitarti (ultima parte)”