BAUMAN: perché, appena muore un autore, mi vuoi vendere il suo libro?

Stamattina volevo scriverti. Pensavo e ripensavo al fatto che le librerie (tutte, dalle più grandi alle più piccole), in questi giorni, abbiano esposto in bella vista una colonna di titoli riservati a Bauman. Continue reading “BAUMAN: perché, appena muore un autore, mi vuoi vendere il suo libro?”

Il piccolo Nelson

Nelson era solo anche quella mattina, scese al piano di sotto e conquistò la cucina: aprì ogni cassetto, tirò fuori posate, padelle e tazze; svuotò la lavastoviglie sporca che la mamma aveva preparato per la sera. Questo l’avrebbe fatta arrabbiare di sicuro

Continue reading “Il piccolo Nelson”

Conoscerti per evitarti (ultima parte)

Per sopravvivere, aveva cominciato a leggere ciò che scrivevano di lei: si era appuntata ogni caratteristica che tracciavano per distinguerla e poi aveva studiato un modo per sopravvivere più forte. Continue reading “Conoscerti per evitarti (ultima parte)”

Come diceva mamma? “Metti la crema alle mani prima di dormire!”

Perché non siamo già pronti prima ancora che succeda? Perché ci dimentichiamo di sapere le cose quando ci servirebbe saperle?

Certo, l’esperienza è l’insegnamento più grande e opportuno sul quale poter fare affidamento, ma perché non diamo mai retta ai suggerimenti della mamma?
La nonna, poi, perché non l’ascoltiamo mai?

 

Continue reading “Come diceva mamma? “Metti la crema alle mani prima di dormire!””

Gennaio in giardino e nel cuore: preparare il terreno

Gennaio. Un nuovo inizio.

Ci siamo augurati il meglio, abbiamo stappato bottiglie importanti per festeggiare progetti nuovi, abbiamo brindato ai successi e ci siamo lasciati alle spalle brucianti sconfitte. 

Continue reading “Gennaio in giardino e nel cuore: preparare il terreno”