Il pettinino dimenticato (3a parte)

La mattina successiva, Mina accompagnò la figlia all’asilo, la baciò fino a soffocarla <<Mamma mi consumi così!>>, la serenità di Ester la rincuorava sempre.

Poi si diresse a lavoro. Era presto, in ufficio non c’era ancora nessuno. Si avvicinò alla sua scrivania e accese il computer. Mentre si piegava per riporre la borsa, qualcuno le afferrò i fianchi e iniziò a strusciarsi su di lei.

Continue reading “Il pettinino dimenticato (3a parte)”

Il mano_scritto (ultima parte)

Tecla rileggeva la bozza della sua storia, triste storia. Si era ripromessa che quella sarebbe stata una storia tenera, un po’ noir, ma con lieto fine. Avrebbe voluto ci fosse più urban story, più gangster, il nome di qualche via newyorchese. Ed invece.. Ma Tecla sa che, i personaggi che prendon vita dalla penna dello scrittore, diventano quasi autonomi. Continue reading “Il mano_scritto (ultima parte)”