Il pettinino dimenticato (3a parte)

La mattina successiva, Mina accompagnò la figlia all’asilo, la baciò fino a soffocarla <<Mamma mi consumi così!>>, la serenità di Ester la rincuorava sempre.

Poi si diresse a lavoro. Era presto, in ufficio non c’era ancora nessuno. Si avvicinò alla sua scrivania e accese il computer. Mentre si piegava per riporre la borsa, qualcuno le afferrò i fianchi e iniziò a strusciarsi su di lei.

Continue reading “Il pettinino dimenticato (3a parte)”

Radici_Inspired

Radici

(per chi è lontano)

Profondo, ematico sapere

ricordo di latte

Gialli campi di grano

Franca spiga, foglia brunita di sale

déntro profumato e rugoso

Secolare presenza.

Crisalide,

fa odore di conoscenza,

difesa da un passato sicuro.

Tanto sopra quanto sotto

in basso fino al cuore

in alto fino ai pregiudizi

inarrendevoli abbracci

di un incontenibile saper vivere.

Radici.

 

Casa Editrice Pagine collaborazione

 

Keep calm and write

Marina