Il significato dei fiori: che fiore scegli?

Dicevamo già altrove, che non esiste un tempo ‘inutile’ in natura; non esistono tempi di infertile stop nel giardino, nell’orto, neppure per un piccolo balcone! La natura ha i suoi tempi, e non è mai ferma. 

Se ciò che riesci a scorgere adesso è immobilità, sappi soltanto che si tratta di un riposo apparente, che medita già la fioritura e il rigoglio dei prossimi mesi.

Quindi, diamoci da fare adesso se vogliamo avere un bel giardino in fiore!

Possiamo intervenire e modificare il normale ciclo di vita delle piante, solo quando queste sono a riposo; non è consigliato intralciare la loro crescita o la loro fioritura!

Dopo essermi dedicata al terreno, aver pulito i vasetti, tolto la terra più secca (quella che si sgretola, ed è quasi bianca), pulito da foglie secche e rametti caduti, in questi giorni comincio a creare un mio compost, cioè il cosiddetto “fertilizzante organico” che servirà ad arricchire il ‘terriccio universale’ che facilmente possiamo recuperare nei mercati.

Mi riprometto di farne un post dedicato, (magari con qualche foto!!!)

Ma oggi volevo parlarti di un’altra cosa. Bisogna ancora attendere qualche settimana per la semina, giusto? Le gelate notturne potrebbero, infatti, far morire i semi prima ancora che germoglino! Bene, sapete ormai che non so stare ferma, quindi?

Immaginando il risultato finale, ho schematizzato su un foglio bianco come, dove e quanto piantare! Mi piacciono le sorprese che mi regala il mio piccolo spazio verde, ma non sono riuscita a frenare l’entusiasmo! In fondo, i più esperti contadini insegnano che occorre preparazione! La sola idea di ciò che fiorirà mi rinfranca l’anima!

Questa volta, però, voglio fare un azzardo.

Fiori.

Esattamente.

Non ho mai tenuto, né voluto tenere fiori.

Perché? Troppo delicati.

Credo… mi intimorissero quei loro petali così perfetti, piccoli e colorati! L’idea di non vederli mai sbocciare, o peggio ancora vederli marcire, mi ha sempre frenata! Non so, credo alimentassero in me uno stato di ansia e di inadeguatezza incontenibile.

Ancor più delle piante verdi e delle preziosissime piantine aromatiche, l’idea di non riuscire a far crescere dei fiori mi faceva sentire improduttiva

stevebidmead_pixabay


Quest’anno, nel mio progetto schematizzato su quel foglio bianco, mi è rimasto libero uno spazietto. Che farci? Certo potrei seminare alberi da frutto che tanto adoro: ma, Marina, rispetta anche il loro spazio! Ho solo un balcone! 🙂

Fiori. Sì, coltiverò dei fiori. Deciso.

Ma quali?

Due sono gli aspetti che ho voluto considerare:

  1. condizioni ambientali di cui necessitano;

  2. il significato dei fiori.

Eh, già. A quanto pare, l’uso culturale e tradizionale delle piante, ha fatto sì che il loro nome fosse associato ad un qualche significato. Il significato che se ne dà ha a che fare spesso, o ne deriva, dall’uso che se ne fa della pianta in questione: ad esempio, la Matricaria chamomilla (o semplice camomilla) è da sempre usata per le sue proprietà emollienti, calmanti. Queste sue proprietà rilassanti hanno fatto sì che, tra i fiori, abbia il significato di ‘forza nelle avversità’! Wow!

Sin dall’antichità, i più esperti giardinieri erano soliti piantare piante di camomilla vicino ad altre indebolite o sofferenti, proprio per auspicarne una guarigione ed una ripresa. Tracce di camomilla, pensa un po’, sono state trovate nella tomba di faraoni egizi, proprio per permettere al figlio divino di trovare la forza e completare quell’ultimo viaggio.

Altre volte il significato sembra più perdersi in impressioni del passato diventate leggende. Ad esempio la PEONIA. Questo pieno e un goffo fiore, pare evocare un dispetto; tale evocazione derivi dalla difficoltà di reperire la pianta. Una volta trovata, poi, sempre che si sia riusciti a trovare quella che desideravamo, bramiamo per vederla crescere; ma spesso non accade. Il nostro desiderio resta tale.

Questo fiore ha un che di indipendenza, insito nel suo DNA, che la rende libera di voler crescere o meno al di là delle nostre cure!

E io che fiore pianterò?

A me serve una pianta che stia bene anche al sole pieno, e che sia pronta ad affrontare folate di vento, anche umide e persistenti. Ma vorrei una pianta, o meglio dei bei fiorellini, che mi ispirino nel loro significato e che evochino in me determinate sensazioni!

Scartata l’angelica e il biancospino, perché troppo delicati; la portulaca ce l’ho, una piccola piantina in crescita (non sapevo facesse i fiori!!!); ho tentennato un po’ sulla ‘cinquefoglia’ o ‘potentilla’, ma il suo significato di “figlia diletta” mi sembrava un po’ presuntuoso 🙂 !

Poi l’ho vista,

così nota,

così facile,

com’era possibile!
Lei,

bellissima,

ho deciso!

La malva.  

fill_pixabay

Significato attuale di questa pianta è la pacatezza, il saper mollire (da cui deriva il nome) la giusta misura, il sapersi frenare, il saper donare, il sapersi equilibrare. L’amore materno.

 

In passato, la malva ha rappresentato un forte coadiuvante sessuale (parole di Plinio il Vecchio): ne bastavano tre radici, poste accanto ai genitali, per accrescere la voglia sessuale!

E’ una piantina forte, può quindi sopravvivere alle intemperie e i repentini cambi di clima di un balcone. Ha dei fiorellini piccoli e coloratissimi, delicati e preziosissimi, sono fiori modesti che nascondono il loro saperci fare, il suo essere utile a molte cose: in cucina, per la cura della pelle, per la cura dell’intestino.

 

Ho forse bisogno di altre ragioni per sceglierla?

 

Keep calm and write,

Marina

 

Non posso non citare, tra le mie fonti, il curioso e coloratissimo blog della dolce Emanuela Sannipoli: http://storiedifiori.blogspot.it/

 

Keep calm and write

comments

Author: iovorreiscrivere

Hi! Nero su bianco. E' tutto qui. Ci ho pensato tanto, ho imboccato un sacco di strade. Poi mi sono fatta coraggio e ho aperto il blog. E' per te che vuoi condividere. E' per te che ti senti inadeguato. E' per te che credi di non aver posto. Insieme potremmo inventarci una strada adatta a noi. Ti chiedo uno strumento solo: la scrittura. Keep calm and write Marina

2 thoughts on “Il significato dei fiori: che fiore scegli?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *