3 risposte da darsi per smettere di lamentarsi

 

Sono così abituata a fare le cose in un certo modo che so già come finirà; mi conosco così bene che già so in quanto poco tempo mi verrà a noia un nuovo hobby. Sono così poco costante che è inutile iniziare a fare qualcosa, tanto mollo.

Ti sei mai detto qualcosa del genere? Erano giorni che mi ripetevo di scrivere, di condividere quello che mi sta succedendo oggi. E rimandavo, rimandavo…”tanto sono già venuta meno alle promesse che mi sono fatta, tanto ho già rovinato tutto”, mi dicevo mentre rileggevo la mia agenda, zeppa di cose che mi ero ripromessa di fare.

E invece no. Stavolta no. Ho detto basta alle polemiche. La nostra mente è l’unica nemica da affrontare.

pixabay___

Ho avuto molto da fare e non ho voluto trovare il tempo per regalarmi dei momenti per me. E’ un periodo di transizione e non mi sentivo meritevole di dedicarmi a ciò che più mi piace.

Si, ci sto lavorando..

è ancora un retaggio che mi porto dietro dalla mia atavica mania di perfezione!

Punto. Questa è l’unica verità.

Come fare quindi a sorprendersi? Come fare a spezzare quel vortice, così famigliare, che ci fa cadere sempre nelle solite improduttive abitudini?

Come si fa a non dire più “tanto non ne vale la pena”?

Semplice.

  1. Di cosa mi sto lamentando?
  2. Di cosa temo le conseguenze?
  3. Che cos’è che non voglio più fare per immensa pigrizia?

Fatto?

Ti sorprenderai del fatto che la risposta a queste domande è solo una!

Non c’è bisogno di sbandierarlo ai quattro venti (come sto facendo io 😀 ). risponditi e poi FAI.

FARE COSA?

Riprendere il discorso, riprendere il filo che si è lasciato cadere per un attimo.

No, non c’è bisogno di ricordare perché non si è più continuato. Il motivo sarà sempre più che valido. Ma ciò che conta adesso è: Riprendere.

Tutti abbiamo dei momenti down, siamo sottotono o più stressati del solito, ma non è mai tardi per FARE, o per RIPRENDERE il filo. Non esiste nessuno, se non la tua mente, che possa dirti qualcosa di male se riprendi da dove hai lasciato!!

Io ho ripreso la penna in mano e ho scritto. Sto sorridendo mentre scrivo perché ho zittito la mia coscienza. La mia mente mi ha apostrofato per giorni “lo sapevi che mollavi, ma che vuoi condividere, ma chi ti credi di essere, mollerai al primo momento più impegnativo!”

Ora rido: “ti ho fregata, eh!”

Keep calm and write

Marina

Keep calm and write

comments

Author: iovorreiscrivere

Hi! Nero su bianco. E' tutto qui. Ci ho pensato tanto, ho imboccato un sacco di strade. Poi mi sono fatta coraggio e ho aperto il blog. E' per te che vuoi condividere. E' per te che ti senti inadeguato. E' per te che credi di non aver posto. Insieme potremmo inventarci una strada adatta a noi. Ti chiedo uno strumento solo: la scrittura. Keep calm and write Marina

1 thought on “3 risposte da darsi per smettere di lamentarsi”

  1. Bellissima!!!
    Mi piace
    È vero, quando si sente di meritare di più bisogna ascoltarsi, accettare che quello che abbiamo ora non ci basta ed agire (senza stare a lamentarsi). Non siamo fatti per accontentarci, non è giusto.
    Anche se bisogna fare attenzione a non volere troppe cose, ma questo è un altro discorso!
    Ti abbraccio ooo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *