Come si fa a Scegliere: 3 consigli

 

Quando scegli, esprimi la tua volontà. Spesso, più volte al giorno, siamo posti di fronte a scelte, alcune molto semplici, altre assai difficili. Ma tutte richiedono una presa di posizione, una volontà solo Tua, un ragionamento personale per valutare la scelta di fare l’una o l’altra cosa.

Come fai a scegliere?

Mi faccio questa domanda ogni volta che mi pento della scelta fatta. Certo, perché se le conseguenze di un’azione fossero sempre innocue, nessuno mai si volterebbe indietro per capire meglio, per osservarsi dentro. E’ sempre nei momenti di difficoltà che rimuginiamo sulle cose, per questo i momenti difficili non si chiamano ERRORI, ma ESPERIENZE.

Torniamo al punto: come si fa a scegliere? 

pixabay___

Quando scegliamo dovremmo SEMPRE dirci: questo sì, perché…

Cioè dovremmo sempre chiederci perché abbiamo scelto.

Mi spiego fra poco.

Etimo: “scegliere” è la forma contratta dal latino ‘ex-legere’ o ‘ex-eligere’. Quindi alla lettera significa: separare la parte migliore di una cosa dalla peggiore.

SCEGLIERE= Eleggere ciò che ci pare migliore.

Quando scegliamo, che siamo o meno consci di questa cosa, prima della nostra volontà, si esprime la volontà di una cultura, di una famiglia, di una micro-società (amici) che ci ha influenzato e ci influenza.

Dovremmo sempre chiederci: perché abbiamo scelto…?

Ci piace il colore rosso, ma nostra madre ci ha detto che quel colore non è adatto al nostro tono di pelle. Quante volte hai comprato qualcosa di rossa da indossare? Molte meno di quante avresti voluto.

Ci piace viaggiare e vedere posti nuovi e spenderemmo i nostri risparmi volentieri per viaggiare. Ma siamo cresciuti in una famiglia di risparmiatori, magari i nostri genitori non hanno mai viaggiato, o magari la nostra cerchia di amici preferisce spendere soldi in cinema e pizze il sabato sera. A quanti viaggi hai rinunciato?Quante volte ti sei detto “scelgo di tenerli da parte”?

Scelte.

pixabay___

Scegliere l’una o l’altra cosa non implica solo l’indicare cosa vogliamo, ma lo spiegare (e lo spiegare a noi stessi) perché quella scelta. L’essere sempre presenti a noi stessi ci permette di non cadere nella trappola delle influenze, ci permette di essere onesti con noi stessi. Ma, assai più importante, chiederci perché desideriamo scegliere A e non B, ci consente di essere sempre più confidenti con noi stessi.

Quindi.

  • Punto 1: SCEGLIAMO SEGUENDO IL NOSTRO INTUITO, IL NOSTRO VOLERE.

Come si fa a scegliere?

Ho chiesto e mi sono fatta questa domanda tante volte. In moltissimi mi hanno risposto che scelgono in base alle conseguenze, cioè fanno la famosa lista dei pro e dei contro e valutano. Ma siamo sicuri di poter vagliare a priori tutte le possibili conseguenze?

C’è chi, invece, mi ha risposto che sceglie in base a ciò che più piace. “Lego” , infatti, il verbo base di derivazione latina, da cui cioè deriva ‘scegliere’ significa ‘scegliere/vagliare fra molti’.

  • Punto 2: VAGLIAMO SOLO TRA LE SCELTE PERSONALI, QUELLE CHE PERSONALMENTE CI PIACCIONO E DELLE QUALI QUINDI NE AMMETTIAMO TUTTE LE CONSEGUENZE.

Non scegliere fra A (che vorresti tu), B (che vorrebbe la tua famiglia), C (che vorrebbe il tuo partner). Scegli fra A, A e A, cioè tra cose che piacciono a te!

  • Punto 3: SCEGLI AMMETTENDO E ACCETTANDO IL CAMBIAMENTO.

    Scegli qualcosa di nuovo ogni volta che puoi, così da poter allargare gli orizzonti di riferimento, così da poter sbagliare e far esperienza.

Ammettilo, hai mai digitato su google “come scegliere…” , è normale aver paura ed essere insicuri. Ma, se ti trovi in una situazione del genere, bene!! Significa che hai camminato su sentieri nuovi che neppure la tua famiglia conosce e quindi non sa darti “consigli”! Perdiamoci in esperienze nuove e in dubbi amletici di scelta! Essere o non essere? Scegli di essere sempre te stesso!

Così che un giorno potrai dire: ho scelto la tal cosa perché…..mi sembrava che…., poi è andata bene. Oppure non è andata bene, perché…

LO SCEGLIERE E’ UN’ESPRESSIONE DI VOLONTA’, QUINDI IMPLICA LA PRESENZA ATTIVA, UNA CHIARA CONSAPEVOLEZZA DI CIO’ CHE ABBIAMO SCELTO, sia che la scelta abbia avuto conseguenze positive, sia negative.

Scegli qualcosa perché ti piace, perché vuoi provarla, perché sei curioso…e non perché Qualcuno ti ha detto che…

Keep calm and write

Marina

PS: non-scegliere non è che la SCELTA DI NON FARE (non nascondiamoci dietro ad un dito 😉 )

Non Dimenticare! Dopo Aver Commentato, Spunta Per La Ricezione Di Una Mail!Potrai Rimanere In Contatto Con Me E Con Chiunque Voglia Risponderti!

Keep calm and write

comments

Author: iovorreiscrivere

Hi!
Nero su bianco. E’ tutto qui.
Ci ho pensato tanto, ho imboccato un sacco di strade. Poi mi sono fatta coraggio e ho aperto il blog.
E’ per te che vuoi condividere.
E’ per te che ti senti inadeguato.
E’ per te che credi di non aver posto.
Insieme potremmo inventarci una strada adatta a noi.
Ti chiedo uno strumento solo: la scrittura.

Keep calm and write
Marina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *